Archivi del mese: maggio 2012

Concorso “Premio De@Terra 2012”

LONILFA indice la dodicesima edizione del Premio De@Terra, premio rivolto a donne la cui storia imprenditoriale (continuità generazionale/creazione di nuova impresa) sia caratterizzata da uno o più dei seguenti elementi:

– creatività ed originalità di idea di impresa;
– capacità di mettere sul mercato prodotti di alta qualità, caratterizzati da tipicità e salubrità;
– realizzazione di attività multifunzionali;
– modalità e tipo di commercializzazione;
– rispetto e valorizzazione dell’ambiente;
– utilizzo di strumenti multimediali;
– apporto significativo alla crescita economica, sociale e culturale delle aree rurali (associazionismo, servizi ecc.).

I premi sono assegnati in numero di cinque. Le domande di partecipazione, corredate da un curriculum della candidata, dovranno pervenire in busta chiusa a:

“Premio De@Terra”
Segreteria ONILFA
Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali
Ex D. G. della competitività per lo sviluppo rurale
Via XX Settembre 20 – 00187 ROMA

– Le domande potranno essere inviate per posta o consegnate a mano e dovranno pervenire, pena l’esclusione, entro il 18 settembre 2012. Farà fede il timbro postale.
– La partecipazione al Premio comporta la piena ed incondizionata accettazione delle norme del presente bando.
– La cerimonia di premiazione avverrà nell’ambito delle manifestazioni per la celebrazione della Giornata Mondiale della Donna Rurale.
– Le concorrenti, con la loro partecipazione, consentono espressamente il trattamento e la comunicazione dei loro dati ai sensi e per gli effetti della legge 196 del 30.06.2003.
– La domanda di partecipazione può essere reperita sul sito Internet www.onilfa.gov.it

Annunci

LA “STELE” e “LA POLTRONA NOMADE”

E’ presentando questo mio ultimo lavoro che scrivo finalmente, per la prima volta sul “nostro” blog DNA.

Avevo bisogno di un filato corposo, che si prestasse a reggere il gioco della struttura tridimensionale del nido d’ape, intreccio tessile a me molto caro, compagno di tante avventure tessili e ancora una volta si è offerta generosamente la lana garfagnina, altra ormai consolidata conoscenza e grande supporto di tanti miei lavori. La lana della Garfagnana, quella della mia cara amica Ombretta, delle sue pecore a cui sono particolarmente affezionata. Lana garfagnina in una versione non consueta, filata per abbigliamento, un po’ pelosa.

Sono queste le caratteristiche che danno alla “Stele” contorni più morbidi e una luce particolare. Quasi il tessuto, montato sul telaio di un quadro, emergesse da uno scavo antico. Memoria dell’uomo e della sua intelligenza, capace di inventarsi codici incredibili, sintetici, estremamente ingegnosi, per mettere in pratica, in contesti diversi, il frutto della sua inesauribile e insaziabile creatività.

In questo caso, la “Stele”, è emersa da chissà quale profondità per testimoniare quella che per me continua ad essere una magia: il tessuto e il suo codice, di scrittura ed espressione visiva.

La Stele ha partecipato all’esposizione “ La Galleria dell’Artigianato – Oggetti d’arte” nella Sala delle Grotte alla scorsa 76°Fiera Internazionale dell’Artigianato, Firenze .

 Ma ci ho preso gusto! E vi racconto anche di un altro bellissimo lavoro.

Puro cotone, intrecci diversi, anche la tridimensione del “nido d’ape, colori e contrasti, questi i tessuti delle due versioni della “Poltrona Nomade” nata sotto l’egida della seconda edizione di “Scenari di Innovazione del Mobile e del complemento di arredo della Provincia di Pisa”, progetto promosso dalla Provincia di Pisa di concerto con il Tavolo Provinciale del Mobile e realizzato da Artex (per i dettagli sul progetto www.artex.firenze.it)

 

I tessuti che ho realizzato sono stati ispirati dai bozzetti di Simone Miccicchè, studente dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, che ha disegnato il progetto della poltrona.

Il lavoro intorno al prototipo è durato tre mesi. Un periodo scandito dagli incontri tra Simone, Matteo Rossi titolare dell’azienda Fratelli Rossi di Fauglia (Pisa), che ha realizzato le strutture in ferro, Elisabetta Paladini, della ditta La Paladini di Pisa, che si è occupata della parte di tappezzeria, accompagnati e accuditi, sempre, dalla bravissima e competente Sabrina Sguanci, di Artex, responsabile del progetto Scenari di Innovazione.

Una bellissima esperienza di collaborazione tra il saper fare di tre aziende che credono nella cura e nello sviluppo delle competenze e nell’innovazione e il fondamentale stimolo di Simone, una “testa” giovane, che con la sua creatività ci ha dato lo stimolo per lavorare su un progetto nuovo.

 

La Poltrona Nomade, prima versione, è stata esposta nello stand di Scenari di Innovazione di Artex alla 76° Fiera Internazionale dell’Artigianato dal 21 al 29 aprile alla Fortezza da Basso di Firenze, presso il Padiglione Cavaniglia, Spazio Visioni, la seconda versione, quella bianca e nera, per intenderci, ha partecipato, sempre nello stand di Scenari di Innovazione, alla  II edizione di YARE Yachting after sales & refit exhibition, dal 26 al 29 aprile a Viareggio.

 Pisa, 16 maggio 2012

 Laura de Cesare

tessitrice


Fascination of Plants Day

Il 18 maggio si celebra in tutto il mondo il “Fascination of Plants Day”, una giornata dedicata al meraviglioso mondo dei vegetali, fonte primaria di alimento per l’uomo e per gli animali, polmone “verde” dell’ecosistema planetario.
Lo scopo dell’evento, promosso a livello mondiale dall’EPSO – European Plant Science Organization (www.plantday12.eu), è sensibilizzare il maggior numero di persone all’importanza che le scienze vegetali ricoprono non solo per l’agricoltura e per la produzione sostenibile di cibo, ma anche per i preziosi prodotti non alimentari che provengono dalle piante come carta, legno, composti chimici, energia e farmaci.

Il progresso scientifico nel campo delle scienze vegetali permette oggi di ottenere piante più ecocompatibili e maggiormente resistenti alle malattie e alle avversità ambientali causate dai cambiamenti climatici, consentendo di ridurre l’impiego di fertilizzanti, fitofarmaci e acqua e di aumentare le rese.

Informazioni sull’evento del 18 maggio 2012

Fascination of Plants Day Italia


Feltrosa 2012

Giunta alla sua VII edizione, Feltrosa è il raduno annuale che coinvolge artigiani, artisti tessili, insegnanti, designer e professionisti, tutti a vario titolo legati con il mondo del feltro di lana realizzato a mano. La manifestazione si svolge in Italia ogni volta in un territorio diverso, caratterizzato da una vocazione tessile tradizionale.

Quest’anno si svolge per una giornata a Biella, centro d’eccellenza dell’industria tessile laniera, e per tre giornate nella vicina Miagliano, presso la sede del Consorzio Biella the Wool Company, realtà dedicata alla tutela e allo sviluppo delle lane locali e europee.
Insegnanti internazionali di comprovata esperienza nel campo del feltro artigianale sono state chiamate a tenere corsi pratici: Elisabeth Berthon, Irit Dulman, Roberta Francato, Heidi Greb, Michela Gregoretti e Danila Schoen insegneranno specifiche tecniche messe a punto personalmente.

Questa edizione di Feltrosa propone un ricco ventaglio di event e sarà arricchita e completata dalla mostra “Il feltro dello sciamano – sulle orme di Joseph Beuys”, accompagnata da una performance a tema. La mostra, con inaugurazione sabato 19 alle ore 17.30, presso il Consorzio Biella The Wool Company a Miagliano, presenterà una selezione di opere realizzate da artisti italiani ed esteri che si sono confrontati, tramite bando di concorso, con la figura e l’opera del Maestro tedesco, profondamente legato al feltro. L’inaugurazione della mostra sarà accompagnata da una performance di teatro – danza, curata dalla compagnia Collettivo Duende di Bologna.

Informazioni Feltrosa

 

 


GOD SAVE THE GREEN

Il 4 maggio Mammut Film assieme ai registi Alessandro Rossi e Michele Mellare hanno lanciato la campagna di crowd funding per finanziare “dal basso” gli ultimi costi della produzione di “God save the green”.

GOD SAVE THE GREEN è un documentario “verde” che racconta storie di persone che attraverso il verde urbano, danno un nuovo senso alla parola comunità. Parla di orti comunitari, di esperienze innovative nell’auto produzione di ortaggi, di orti urbani e lo fa seguendo la vita di alcune persone che vivono nelle periferie di grandi città, nel nord e nel sud del mondo (Berlino, Bologna, Torino, Casablanca, Nairobi, Teresina).

Per compiere questo viaggio in un mondo verde in tanti hanno dato un contributo.  Ma ora, dopo tre anni, a pochi passi dalla meta, mancano ancora un po’ di finanziamenti per completare il film. Mancano soldi per completare la post-produzione (acquisizione immagini di archivio, color-correction e mix finale), per curare l’edizione di un DVD a tiratura limitata (contenuti: film, trailers, fotografie, extra e interviste) e per organizzare una campagna promozionale con un ciclo di proiezioni in tutto il mondo.

In cambio di un  supporto saranno resi disponibili bellissimi regali (il digital download del film, il dvd in edizione limitata, le esclusive magliette God save the green, etc. etc.) e con la vostra  donazione aiuterete Mama Lucy e  il Little Bees Children Self Help Group nello slum di Nairobi.

La campagna si svolge sul sito di Indiegogo http://www.indiegogo.com/projects/94147 e durerà fino al 4 Luglio.
A questo link o sul sito http://godsavethegreen.it/  si trovano tutte le informazioni relative alla campagna.

La cifra che da raggiungere non è alta ma la comunità, sempre più vasta, dei giardinieri appassionati e degli orticoltori urbani, può essere interessata ad aiutare un film che parla prima di tutto di loro.
Oltre ad un contributo, anche piccolo, si chiede di diffondere, attraverso i vostri contatti mail, questa informazione affinché possa raggiungere quante più persone possibili.


Artigianato&Palazzo

Inizia venerdì 11 maggio 2012 la XVIII di Artigianato e Palazzo che si terrà nel Giardino di Palazzo Corsini in via della Scala a Firenze.

La Mostra ARTIGIANATO E PALAZZO nata principalmente dall’idea di rivalutare la figura dell’artigiano e delle sue opere, esalta la qualità e  le tecniche di lavori attuali pur fortemente legati alla tradizione.

L’Osservatorio dei Mestieri d’Arte (OmA) sarà presente alla manifestazione con la partecipazione di 13 aziende artigiane provenienti dai territori delle Fondazioni Bancarie aderenti all’Associazione nata dall’esperienza dell’OmA, riunite nello spazio “Orto delle Monache”.

Protagonista della “Mostra Principe” che si tiene ogni anno nella Limonaia Piccola, sarà  la storica Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella, che ha scelto di tenere i festeggiamenti per i 400 anni della sua attività durante Artigianato e Palazzo.

Artigianato e Palazzo – XVIII edizione
Venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 maggio 2012
Giardino Corsini – Via della Scala, 115 Firenze
Orario continuato 10 / 20,30

 


Lane: in Puglia decolla il progetto PartnerSheep e a Parma prende avvio la Mostra su Biodiversità e Mestieri!

Alcuni mesi fa in un paio di articoli pubblicati su questo blog si parlava del progetto di recupero e valorizzazione della lana e degli allevamenti del Parco dell’Alta Murgia e sul progetto di valorizzazione della lana cornigliese in provincia di Parma.Il progetto pugliese dal titolo “PartnerSheep” promosso dall’Ente Parco, con la collaborazione del consorzio di aziende agro-zootecniche “Murgia Viva” e del Centro di Raccolta di Lane Sucide  “The Wool Company” di Biella è partito il 2 maggio 2012.

L’obiettivo del progetto è quello di consentire ai soggetti del territorio di riappropriarsi in futuro della filiera della lana dal punto di vista sociale, organizzativo, produttivo ed economico e di ricercare sbocchi per le produzioni di lana, al fine di trasformare quello che è attualmente un puro costo in un utile o, quantomeno, in una “non perdita” economica per l’allevatore. La lana sarà conferita presso i magazzini del Consorzio di Biella e verrà selezionata e classificata dai tecnici in lotti omogenei e in quantità adeguata alle necessità industriali. Una campionatura dei lotti di lana verrà poi analizzata e testata da un Ente di certificazione di qualità riconosciuto a livello internazionale e venduta grezza tramite asta internazionale. Il ricavato, dedotti i costi dell’operazione che per il consorzio “Murgia Viva” potranno essere esclusivamente quelli “vivi” debitamente rendicontati, verrà reso all’allevatore. Per informazioni sul progetto si consulti il sito del Parco dell’Alta Murgia

A Parma invece il 19 maggio 2012 sarà inaugurata la mostra  WOOL ART, Mostra di Biodiversità e Mestieri d’Arte, evento che testimonia i risultati del progetto di recupero della lana delle pecore autoctone dell’Appennino sempre più a rischio di estinzione. Il tentativo di coniugare un percorso di sostenibilità ambientale con la possibilità di sviluppare microeconomie solidali è stata la prerogativa dei promotori e degli organizzatori dell’iniziativa.Una serie di Atelier tessili costituiranno il calendario di diversi incontri dedicati a diverse e interessantissime arti tessili. All’iniziativa hanno partecipato 180 paesi da ogni parte d’Europa (Francia- Grecia- Finlandia Portogallo- Spagna- Belgio- Olanda- Canada – Argentina- Germania- Polonia- Serbia- Svizzera)  oltre a moltissime città italiane. Tra le “conoscenze” di DNA sono coinvolti nell’iniziativa parmense, Franca Verteramo, Angela Giordano e la Filanda Giannini.

Le due iniziative diverse per localizzazione geografica e per impianto progettuale sono però accomunate dall’esigenza di restituire centralità al territorio. Una centralità che ponga i riflettori sull’uomo e le relazioni con i suoi simili e con le risorse dell’ambiente in cui vive.  Le relazioni umane, la partecipazione, la responsabilità delle proprie azioni devono essere infatti elementi chiave per produrre prodotti di qualità e sostenere lo sviluppo economico sociale e culturale di un sistema territoriale.

 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: