Archivi del mese: aprile 2013

Collezione AUTOCTONIA_Pamphile_lane autoctone e cultura tessile verso un senso estetico più adeguato alla contemporaneità

PAMPHILE presenta la collezione Autoctonia, composta da tappeti-arazzi, scendiletto, poggiatesta, cuscini caratterizzati dall’impiego di lane autoctone italiane (lana di razze: sarda, zerasca, garfagnina, sopravissana, gentile di Puglia, tinte con tintura naturale) e dal forte legame con la cultura tessile del luogo di provenienza di ogni lana, tramite la rivisitazione delle tecniche di esecuzione, mediante un senso estetico più vicino alla contemporaneità.ImageLa collezione è nata nel 2010 grazie anche ai progetti “Lamma Test” ( ricerca legata alla piante da fibra, colori naturali e comfort) e “Progetti di Orientamento” (bilancio di competenze e laboratori), entrambi facenti parte del CNR Ibimet Firenze.

Il tappeto arazzo Deu Seu (<<Io Sono>> in sardo) è composto dalle lane Sarde e Zerasca, tinte con coloranti naturali da vegetali quali guadoresedarobbia. Presenta una decorazione centrale in cui è stato rivisitato l’elemento decorativo del Pibiones. Questo “ricciolo” è stato però riproposto in dimensioni maggiori rispetto all’originale, con volontà di esasperarlo, imprimendo così un forte senso materico e tridimensionale. Così come i tappeti sardi, dato il legame con la Sardegna per la provenienza della lana impiegata, ho proposto una zona centrale con decorazione dominante, in rilievo, con rivisitazione del Pibiones, mentre il resto della composizione è costituita da una decorazione a Trama lanciata con disegnature ondulate, in riferimento, da una parte, al sole e al mare dell’Isola, dall’altra, all’ondulazione dei motivi rintracciabili nei tappeti sardi di Nule, nei quali il ritmo del disegno e del colore sono rilevanti. Tale Arazzo è stato esposto presso: Galleria dell’Artigianato_ART_ 2010, Firenze; ODI_Modena, 2011; ODI_Bologna 2011; +DESIGN_ART 2012, Firenze; RITRAME_ Modena 2012; Festival Green Economy_Modena, 2012. Il progetto è stato presentato al convegno +DESIGN tenutosi il 24 aprile 2012 presso ART Firenze e sarà presentato insieme a tutta la collezione Autoctonia, il 12 aprile 2013 durante il meeting “Un dialogo tra artigianato e Design” sede CNA Milano.

Grazie a tale progetto/prodotto, Pamphile è stata inserita nel Rapporto Green Economy 2012, tra le 100 aziende più green d’Italia.

http://www.pamphile.it

info@pamphile.it

Annunci

Pamphile su Wired n.45

Articolo sulla rivista Wired n. 45 di novembre 2012. – Il Rapporto GreenItaly ha incluso Pamphile tra le 100 aziende più “green” d’Italia.

Di seguito il commento allegato alla comunicazione da parte della fondazione Symbola, che mi ha avvertita di tale segnalazione:

 Pamphile è tra le esperienze eccellenti presentate nel Rapporto GreenItaly 2012  a cura della Fondazione Symbola e Unioncamere. La ricerca  è tesa a dimostrare che la green economy è una delle strade principali per rilanciare, su basi nuove e più solide, l’economia italiana. Una prospettiva che nel nostro Paese si incrocia con la qualità, la coesione sociale, il talento, l’innovazione delle nostre imprese, fattori fondamentali per rendere competitivi i territori. Per conoscere quanto la nostra economia sia già oggi green, quali siano i territori e le imprese protagoniste, Unioncamere e Fondazione Symbola hanno dato vita al Rapporto annuale GreenItaly. Un’occasione per mettere in rete conoscenze, competenze e promuovere le esperienze più avanzate e innovative diffuse sul territorio nazionale.Image


Pamphile nel Rapporto GreenItaly

– Il Rapporto GreenItaly ha incluso Pamphile tra le 100 aziende più “green” d’Italia. La rivista Wired, ha scritto un articolo che si trova nel n. di dicembre e che vi allego, con la parte che riguarda Pamphile.

Di seguito il commento allegato alla comunicazione da parte della fondazione Symbola, che mi ha avvertita di tale segnalazione:

 Pamphile è tra le esperienze eccellenti presentate nel Rapporto GreenItaly 2012  a cura della Fondazione Symbola e Unioncamere. La ricerca  è tesa a dimostrare che la green economy è una delle strade principali per rilanciare, su basi nuove e più solide, l’economia italiana. Una prospettiva che nel nostro Paese si incrocia con la qualità, la coesione sociale, il talento, l’innovazione delle nostre imprese, fattori fondamentali per rendere competitivi i territori. Per conoscere quanto la nostra economia sia già oggi green, quali siano i territori e le imprese protagoniste, Unioncamere e Fondazione Symbola hanno dato vita al Rapporto annuale GreenItaly. Un’occasione per mettere in rete conoscenze, competenze e promuovere le esperienze più avanzate e innovative diffuse sul territorio nazionale. La rivista Wired n. 45 del mese di novembre 2012, ne ha parlato su un interessante articolo.

 

Non sono un oggetto sono un progetto/FuoriSalone_ Milano 9-14 aprile 2013

8 designers raccontano …

INTRODUZIONE PRATICA ALLA CULTURA DEL DESIGN

> Un’analisi concreta del “PROGETTO” inteso come

“PRODOTTO” di un percorso progettuale articolato,

che nasce da lontano.

> Con l’obbiettivo di approfondire la questione delle

origini del “PRODOTTO”, 8 designers si raccontano

attraverso le loro realizzazioni, nel tentativo di definire le

linee guida che personalmente li dirigono e li orientano,

cercando di rispondere all’esigenza di comprendere e

conoscere come e perché i loro i pensieri si traducano

in oggetti.

L’OGGETTO PARLANTE

Un’indagine teorica tradotta in pratica; la fruizione

diretta ed inattesa dei prodotti esposti prende forma

sperimentale, una forma di esperienza tangibile ed

empirica che si traduce in consapevolezza acquisita. Si

impara ad ascoltare gli oggetti e a comprendere il loro

linguaggio: un oggetto parla sempre del suo progetto.

Espongono: Pamphile di Giulia Ciuoli, Acquacalda, Andrea Zausa, Defacts, Gaetano di Gregorio, Paolo Vallara, Piquattropunto, Raffaella Brunzin, Sara Boschello

Milano/ fuorisalone 2013

via stendhal, 63
spazio BxH
9-14 aprile

Url: nonsonounoggetto.tumblr.com


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: